In quarantena richiesti i virtual tour, anche agli Uffizi di Firenze: è la fine dei musei?

L’Italia post quarantena che ci aspetta sarà inevitabilmente diversa come lo sarà il nostro approccio alla cultura. Quanto stanno diventando importanti i tour virtuali? Qualche giorno fa è stato pubblicato il tour virtuale della Galleria Degli Uffizi a Firenze. Per quegli scappati di casa che lo scoprono solo adesso, la Galleria degli Uffizi a Firenze è uno dei musei più famosi al mondo, per le sue straordinarie collezioni di sculture antiche e di pitture (dal Medioevo all’età moderna). Occupa interamente il primo e secondo piano del grande edificio costruito tra il 1560 e il 1580 su progetto di Giorgio Vasari. Pochi giorni fa è stato annunciata la pubblicazione del TOUR VIRTUALE. Praticamente chiunque col proprio smartphone può andare a fare una visita virtuale nella galleria, passeggiare e contemplare i quadri e la storia, stando a casa sua e senza spendere un euro.

Cosa c’è di strano? Quando nel 2012 assieme a pochi altri pionieri in Italia divenni fotografo certificato Google, non c’erano visori virtuali, e pochissimi smartphone avevano l’accelerometro. La “passeggiata virtuale” era vincolata quindi allo spolliciamento su piccoli display, e quando proponevo i tour virtuali, tanti, tranne pochi illuminati imprenditori, mi guardavano come un alieno.

 “E se poi faccio vedere dentro i locali le persone non ci vengono più”

Allora come adesso si tratta di una ingenuità, i tempi mi stanno dando amaramente ragione.  Questo, il fatto che l’anteprima scoraggiasse poi le visite “fisiche” è stato uno dei freni più importanti, a volte sottintesi, che ha impedito ad enti pubblici e privati di abbracciare questa tecnologia.
L’iniziativa degli Uffizi è emblematica. Questo splendido tour è stato realizzato con Matterport, ovvero con attrezzature costose e che richiedono know how, competenze speciali e precisione in tutte le fasi del progetto, non con qualche centinaio d’euro ed una robetta da elettronica consumer. Questo perchè il tour virtuale, in realtà, non è più solo “un modo per attirare i clienti nell’attività commerciale”, finalmente si sta guadagnando sul campo la dignità di prodotto digitale completo, non più il mezzo ma il fine.

Se volete una facile previsione, ci saranno sempre più tour virtuali che avranno un paywall, sapete, quella videata che ti chiede soldi per la fruizione.

L’annuncio del tour virtuale è qui: https://www.uffizi.it/mostre-virtuali/uffizi-virtual-tour

Potrebbero interessarti anche...

you360.it Fotografo Michele Sabella

Rimaniamo in contatto? Scrivimi

Come desideri rimanere in contatto?

Whatsapp ed email, grazieSolo emailSolo whatsappNon voglio che i dati vengano usati

Angolo Di Visuale è un progetto di comunicazione di Michele Sabella 

Ricevo su appuntamento in Via Delle Puglie, 8, Benevento
Tel:+39 329 7814185 
Segreteria telefonica 39 0824 1716818
Facebook Messenger

Dati fiscali Partita IVA: 01650520628

LM202005111530